La bioedilizia: il modo ecologico di costruire oggi

  • Autore: zaimi arben
  • 16 ott, 2017
edifici eco-sostenibili

La lotta ai cambiamenti climatici e ai mutamenti del pianeta passa da una serie di azioni rivolte a preservare e utilizzare le fonti rinnovabili, ad attuare un risparmio energetico efficace, a limitare le emissioni in atmosfera di gas climalteranti, e infine nell’adozione nuovi standard costruttivi che permettano di avere immobili sempre più ecologici e rispettosi dell’ambiente.

Proprio per questo negli ultimi anni sta prendendo piede un nuovo modo di costruire denominato bioedilizia.

Per uno sviluppo edilizio sostenibile

Lo scopo principale di questa nuova forma di costruzione è quello di ridurre i consumi delle energie non rinnovabili e di attenuare in modo significativo, attraverso l’uso di materiali eco compatibili, gli effetti che hanno le nuove soluzioni abitative sulla salute delle persone e sull’ecosistema circostante.

Riassumendo i concetti base, possiamo definire che la bioedilizia si basa su cinque concetti prioritari e fondamentali:

  • pianificazione sostenibile del progetto che parta dall’accurata scelta del sito;
  • salvaguardia delle risorse idriche e utilizzo efficiente dell’acqua mediante sistemi di recupero;
  • efficienza energetica sia in termini di gestione intelligente dell’elettricità che come autoproduzione di energia;
  • uso razionale delle risorse, conservazione dei materiali e riutilizzo;
  • elevata qualità degli ambienti interni.

La massimizzazione di ogni risorsa e il benessere degli abitanti

La bioedilizia cerca di massimizzare l’uso di ogni singola risorsa, da quella idrica a quella elettrica, passando anche dai materiali che vengono utilizzati, di nuova concezione e di origine naturale. In una casa realizzata coi canoni della bioedilizia, possiamo trovare ad esempio l’allestimento di pareti termoisolanti, coperture fotovoltaiche, ampie vetrate che riducono l’impiego dell’illuminazione artificiale a favore di quella naturale e molto altro ancora.

Lo scopo del costruire coi criteri di  bioedilizia è inoltre quello di garantire il benessere degli abitanti, l'equilibrio socioeconomico e la cura dell'ambiente: infatti grazie a questa nuova visione l'edificio non è un oggetto a sé stante, slegato dal contesto, ma è il fulcro di un sistema interattivo e dinamico, che considera gli elementi naturali (terra, acqua, vento, sole, vegetazione) e sociali (identità e appartenenza ai luoghi) come materiali fondamentali per qualsiasi genere di progetto.

Queste sono scelte che vanno nella direzione di un modo nuovo di fare edilizia, in cui viene messo al centro dell’attenzione l’ambiente e la sua tutela.

I vantaggi derivanti dal rispetto dei criteri di bioedilizia

Riassumendo infine quali siano i vantaggi derivanti dalla bioedilizia, troviamo:

  • benefici ambientali: riduzione degli sprechi di acqua e di energia, riduzione delle emissioni di CO2, conservazione delle risorse naturali, protezione della biodiversità e degli ecosistemi, miglioramento della qualità dell’aria e dell’acqua;

  • benefici economici: riduzione dei costi di costruzione, operativi e dei consumi;

  • benefici sociali: miglioramento della qualità della vita e della salute e del comfort, sia per chi abita l’edificio, che per gli ospiti.

Autore: zaimi arben 06 nov, 2017

L’evoluzione delle tecniche applicate al settore edilizio ha portato all’adozione di nuovi processi di demolizione, sempre meno invasivi e che permettono di agire su porzioni di strutture in modo sicuro e preciso. Parliamo, in questo caso, di demolizione controllata: un’operazione frequentemente utilizzata, ad oggi, su strutture di edifici oppure stradali. Queste metodologie sono ormai delle tecniche consolidate e vengono preferite in molti casi al semplice utilizzo del martello demolitore.

Quest’ultimo porta, come conseguenze negative, l’insorgere di percussioni e vibrazioni dannose per le strutture, ma anche rumorosità eccessiva, polvere, lentezza di lavorazione, approssimazione di intervento e affaticamento del personale. Svantaggi che con le procedure di demolizione controllata, e le opportune attrezzature, vengono ridotti o eliminati completamente.
Autore: zaimi arben 16 ott, 2017

La lotta ai cambiamenti climatici e ai mutamenti del pianeta passa da una serie di azioni rivolte a preservare e utilizzare le fonti rinnovabili, ad attuare un risparmio energetico efficace, a limitare le emissioni in atmosfera di gas climalteranti, e infine nell’adozione nuovi standard costruttivi che permettano di avere immobili sempre più ecologici e rispettosi dell’ambiente.

Proprio per questo negli ultimi anni sta prendendo piede un nuovo modo di costruire denominato bioedilizia.
Autore: zaimi arben 06 set, 2017

L’edilizia è probabilmente uno dei campi lavorativi nel quale avere determinate certificazioni porta a vantaggi o svantaggi, a seconda dei casi.

Una ditta individuale che vuole farsi strada in questo mondo deve nel tempo assemblare un prestigioso comparto di certificazioni, che gli permetteranno di intraprendere strade di diversa natura sempre più alte.
Autore: zaimi arben 16 ago, 2017

Nella Legge di Bilancio 2017, approvata in data 15 ottobre dal Consiglio dei Ministri, si fa riferimento ad alcuni prolungamenti di altrettante detrazioni fiscali. Tali detrazioni erano state inizialmente prolungate fino al 31 dicembre 2016, ma vista l’ampiezza di spesa ed i movimenti di mercato che sono intercorsi nel tempo, si è deciso per un prolungamento.

Questo non solo per incentivare i cittadini italiani ad usufruirne, ma anche per fornire un ottimo scivolo fiscale a coloro che si trovano in condizioni di ristrettezza economica.

Le detrazioni riguardano l’ambiente casalingo in particolare: analizziamole nello specifico.
Autore: zaimi arben 07 lug, 2017

L’amianto – o asbesto, come viene chiamato in mineralogia – è un insieme di elementi minerali facenti parte del gruppo dei silicati.

La sua composizione è formata da sottilissime fibre, e ne esistono di varia tipologia. Gli amianti più pericolosi sono gli anfiboli, fra cui possiamo distinguere la pericolosissima crocidolite.

Nel corso del tempo, fin dagli Anni ’30, l’amianto è stato utilizzato per le sue proprietà di costruzione e resistenza al calore. Sono state costruite intere strutture servendosi di pannelli in fibra di amianto, anche nel nostro Paese.
Share by:
.unifiednav__item-wrap{ ; }